È sempre più frequente il fenomeno del bilinguismo, cioè accade sempre più spesso che il bambino viva in una società in cui si parla una lingua e i genitori parlino altre lingue (uno dei due o entrambi). Padroneggiare diverse lingue è una risorsa preziosa per il bambino: parlare la lingua del paese d’origine del genitore offre la possibilità al bambino di attingere a quel patrimonio culturale e facilita anche la comprensione del valore della diversità linguistica e culturale.

È quindi importante che gli adulti nell'ambiente del bambino incoraggino e sostengano l’apprendimento e lo sviluppo nel bambino della loro lingua nativa.



Il bambino può imparare due o più lingue contemporaneamente ma come aiutarlo a diventare bilingue senza che questo gli crei difficoltà? Se i genitori hanno una diversa lingua nativa è preferibile che ognuno di essi parli nella sua lingua madre al figlio. La regola importante è una persona - una lingua perché questo rende più facile per il bambino collegare una lingua alla madre e l'altra al padre. Si evita così di creare confusione nel bambino ed allo stesso tempo si aiuta il bambino a separare i due sistemi linguistici. Quando la famiglia è insieme ed è riunita è opportuno scegliere la lingua che si sente più naturale usare e utilizzare sempre quella. Col tempo il bambino imparerà a padroneggiare le diverse lingue a seconda dei diversi contesti e situazioni.

Capisco che i genitori vogliano vedere il loro bambino avere dei buoni risultati scolastici e per questo desiderano che il proprio figlio impari velocemente l’italiano ma non c’è bisogno che smettiate di usare la lingua madre quando parlate al vostro bambino. Non c’è alcuna ragione per temere che il bambino bilingue impari a parlare meno bene degli altri: il bambino impara la lingua della società in cui vive anche se i genitori continuano a parlare la loro lingua madre a casa e arriverà a padroneggiare entrambi gli idiomi esattamente come i suoi compagni. Va preventivata la possibilità che l’acquisizione delle competenze linguistiche in entrambi gli idiomi avverrà più lentamente ma intorno ai tre anni il bambino avrà una padronanza del linguaggio molto simile a quella dei suoi coetanei.

Se il bambino quando parla mescola le lingue è un problema?
È del tutto normale che il bambino piccolo mescoli parole di lingue diverse in una stessa frase. Non c’è nulla di cui preoccuparsi perché questo può essere dovuto al fatto che egli non ha ancora imparato a distinguere tra le diverse lingue, oppure non ha ancora memorizzato la parola in una o l'altra lingua. Il bambino utilizza la sua competenza linguistica totale. È una fase naturale e passeggera di apprendimento che diminuirà quando il bambino amplierà il suo vocabolario in entrambe le lingue. È naturale inoltre che il bambino “si sposti” da una lingua all’altra quando parla con persone bilingui. Sfrutta i diversi linguaggi per arrivare ad esprimere quello che desidera. Tuttavia è bene evitare che anche il genitore mescoli le lingue passando da un idioma all’altro altrimenti si rischia di confondere molto il bambino.

Cosa deve fare il genitore se quando parla col figlio quest’ultimo risponde solo in italiano?
Non è raro che durante alcuni periodi il bambino bilingue preferisca parlare italiano, anche se i genitori parlano la loro lingua madre rimanendo coerenti con la scelta. In questo caso è importante pazientare e continuare a parlare la lingua madre quando ci si rivolge al bambino. Se il bambino parla italiano, quando i genitori parlano la loro lingua madre, i genitori possono cercare di aiutare il bambino, rispondendo con le parole e le espressioni corrette nella lingua madre. Nel frattempo il bambino svilupperà il suo vocabolario passivo (della lingua nativa del genitore) che sarà la base per imparare a usare il linguaggio più attivamente in seguito.

Se ci sono bambini coetanei e altri adulti che parlano la lingua madre del genitore è bene offrirgli la possibilità di frequentarli in modo che questa lingua abbia anche una funzione al di fuori della famiglia.

Per imparare bene il bambino ha bisogno di sentir parlare la lingua in modo non sporadico, non complesso (modalità comprensibile e adatta all’età), senza forzature, e con persone positive e affettuose poiché l’apprendimento viene facilitato da esperienze giocose e positive. Si possono anche acquistare libri, cd per ascoltare canzoncine o dvd per vedere cartoni animati nella lingua madre del genitore. Infine voglio sottolineare come il contatto e la comunicazione con il bambino siano di fondamentale importanza, indipendentemente dalla lingua utilizzata. È più importante ascoltare ciò che il bambino ha da dire piuttosto che preoccuparsi di quale lingua sceglie per dirlo!

© Copyright 2013. Tutti i diritti riservati. 25/05/2013
Autore: Dott.ssa Sara Siniscalchi

E TU COSA NE PENSI?
COME AFFRONTERESTI QUESTO MOMENTO?
Lascia il tuo commento qui sotto!




Figli timidi e solitari: come comportarsi? Cinque consigli se hai un bambino timido o solitario.Leggi l'articolo

Nove consigli per una crescita più equilibrata e serena dei propri figli.Leggi l'articolo

Come gestire gelosia e reazioni del primogenito quando nasce un fratellino?Leggi l'articolo

Come affrontare l'arrivo di un fratellino? Qualche consiglio.Leggi l'articolo

Tuo figlio odia il seggiolino? Qualche consiglio pratico per viaggiare bene!Leggi l'articolo

Allattamento A Richiesta? Al seno o artificiale? Risvolti psicologici e qualche consiglio!Leggi l'articolo

Come comportarsi nella Fase dei perché? Ecco 5 consigli.Leggi l'articolo

Come comportarsi nel Periodo dei No? 5 passi per affrontarlo nel migliore dei modi!Leggi l'articolo

Insegnare a tuo figlio l’amore per la lettura? I 7 segreti.Leggi l'articolo

Come leggere al tuo bambino? Ecco 7 consigli!Leggi l'articolo

Come favorire il linguaggio nel bambino? Ecco qualche suggerimento!Leggi l'articolo

Bambini e Videogiochi…come comportarsi?Leggi l'articolo

Cosa fare se tuo figlio dice parolacce?Leggi l'articolo

Bambini e sport? Ecco le 5 Regole d’oro da seguire se tuo figlio fa sport.Leggi l'articolo

Come giocare col proprio figlio? 8 segreti per offrirgli il regalo più bello!Leggi l'articolo

I segreti di un buon inserimento al nido o alla scuola materna! Come aiutare il tuo bambino…Leggi l'articolo

Cosa fare quando i bimbi litigano o si picchiano?Leggi l'articolo

Sarà viziato o capriccioso? Quante regole dare ad un figlio e come darle!Leggi l'articolo

Fino a che età è giusto allattare?Leggi l'articolo

Pipì a letto? Cosa fare e come comportarsi!Leggi l'articolo

Come fare per togliere il pannolino?Leggi l'articolo

Incubi notturni?Leggi l'articolo

Come ascoltare efficacemente i propri figli.Leggi l'articolo

I Bambini e la TV?
Quanta e come.
Leggi l'articolo

Lettino o Lettone?Leggi l'articolo

Mangerà abbastanza?Leggi l'articolo

Svezzamento?
9 consigli per gestirlo al meglio.
e-book scaricabile

7 passi per imparare a gestire un bimbo che non dorme. e-book scaricabile

Balbuzie?
7 Consigli super-utili
per aiutare il tuo bambino.
e-book scaricabile

Problemi a tavola con il tuo bimbo?
Come comportarsi per gestire al meglio tuo figlio ed il rapporto con il cibo.
e-book scaricabile

*Nome:
*Cognome:
*Indirizzo e-mail:
*Commenta questo articolo: