Ecco qualche suggerimento per far si che il bimbo accolga bene l’arrivo del fratellino.

1. In primo luogo è bene che siate voi ad avvisarlo e a parlargli per primi della nascita del nuovo fratellino per diversi motivi. Se viene informato da qualcun altro non si fiderà più di voi e poi siete proprio voi le persone più adatte a tranquillizzare le paure che emergeranno in lui.



2. Si può preparare il primogenito all’arrivo del fratellino e coinvolgerlo già durante la gravidanza: potete spiegargli che sta arrivando il fratellino, preparare con lui la stanza, leggergli libri che parlano di donne incinte, potete chiedergli di parlare o di cantare una canzoncina al bimbo nella pancia spiegandogli che il suo fratellino riconosce la sua voce, etc.
Se è abbastanza grande potete invitarlo e aiutarlo ad immaginare cosa succederà e cosa si modificherà in casa.
Guardate con lui le foto di quando era appena nato e descrivetegli ciò che succedeva, cosa faceva, etc.
Coinvolgetelo anche quando nasce il bimbo, chiedendogli di darci piccoli aiuti (buttare un pannolino, controllare se il bimbo si è svegliato, etc.)…solamente se è interessato a farlo (altrimenti si rischia di stressarlo ulteriormente) e poi ringraziamolo per il suo prezioso aiuto!

3. Sarà fondamentale il ruolo del papà nel farlo sentire importante, amato e ancora al centro delle attenzioni, poiché la mamma soprattutto nel primo periodo sarà molto impegnata nell’accudimento fisico del nuovo nato.
Quest’ultimo potrà organizzare qualche attività speciale e che piace molto al bimbo.

4. Spiegategli in anticipo che non ci sarete per qualche giorno perché andrete in ospedale per partorire ed organizzatevi affinché qualcuno si prenda cura dei suoi bisogni in quei giorni in cui voi genitori sarete presi da altro.
Per questi giorni organizzatevi con un po’ di anticipo affinché possa trovare qualche regalino a casa o in ospedale cosicché senta le attenzioni della madre nonostante la sua assenza.

5. Cercate di non far coincidere la nascita del fratellino con l’ingresso all’asilo nido: sono due cambiamenti troppo grandi per essere vissuti nello stesso momento e il bambino potrebbe pensare che i genitori vogliono escluderlo.
Anticipate un pochino l’ingresso a scuola!
E se il bimbo già va a scuola non c’è bisogno di interrompere la frequenza.

6. Se adotta comportamenti regressivi (succhiare il pollice, fare la pipì a letto), da bimbo più piccolo, non preoccupatevi…è naturale che sia così! (se questi atteggiamenti non diventano molto numerosi e persistenti nel tempo non indicano necessariamente un disagio eccessivo)…lasciate che ciò avvenga senza dirgli “Ma ora sei grande!” perché potrebbe sentirsi inadeguato!

7. Fate in modo che non sia messo troppo in disparte quando vengono i parenti a trovarvi…cercate di coinvolgerlo e di canalizzare le attenzioni anche su di lui.
Se il bimbo è triste e arrabbiato perché tutte le attenzioni sono sul fratello cerchiamo di fargli esprimere queste emozioni.

8. Accogliete e accettate le sue reazioni ed emozioni: evitate di ignorare, ostacolare o condannare ciò che prova il bambino.
È importante per lui che il genitore di fronte alle sue emozioni (siano esse di rabbia, tristezza, gelosia, etc.) mantenga un atteggiamento affettuoso, comprensivo e paziente e soprattutto rassicurante.

Differenza di età tra fratelli.

Spesso i genitori si chiedono quale sia il momento migliore per far si che il primogenito “accetti” un fratellino ma la risposta a questa domanda è che non c’è un momento migliore! Ogni storia è a sé!
Le uniche considerazioni che si possono fare è che quando hanno poca differenza di età è più facile che si instauri una certa unione e complicità ed è anche più probabile che il bambino si adatti con più facilità a dividere col nuovo nato i tempi e le attenzioni dei genitori.
Ma questa non è una regola…dipenderà molto anche dal carattere del bambino e da come i genitori lo aiuteranno ad affrontare il momento delicato.
Quando la differenza di età è maggiore il primogenito potrebbe sentire più paura perché “più consapevole” di ciò che rischia di perdere dato che ha beneficiato fino a quel momento in modo esclusivo dell’amore di mamma e papà.
La nascita del fratellino comporta per lui rinunciare ad avere le attenzioni totali di tutta la famiglia.
Tuttavia quando la differenza di età è maggiore c’è il vantaggio di poter rassicurare il bambino parlandogli e facendolo esprimere rispetto alle sue emozioni (ad esempio lo si può aiutare ad esprimere le sue preoccupazioni).

Leggi anche
“Come gestire gelosia e reazioni del primogenito quando nasce un fratellino?”

© Copyright 2013. Tutti i diritti riservati. 24/03/2013
Autore: Dott.ssa Sara Siniscalchi

LASCIA IL TUO COMMENTO QUI SOTTO!



Figli timidi e solitari: come comportarsi? Cinque consigli se hai un bambino timido o solitario.Leggi l'articolo

Nove consigli per una crescita più equilibrata e serena dei propri figli.Leggi l'articolo

Come gestire gelosia e reazioni del primogenito quando nasce un fratellino?Leggi l'articolo

Come affrontare l'arrivo di un fratellino? Qualche consiglio.Leggi l'articolo

Tuo figlio odia il seggiolino? Qualche consiglio pratico per viaggiare bene!Leggi l'articolo

Allattamento A Richiesta? Al seno o artificiale? Risvolti psicologici e qualche consiglio!Leggi l'articolo

Come comportarsi nella Fase dei perché? Ecco 5 consigli.Leggi l'articolo

Come comportarsi nel Periodo dei No? 5 passi per affrontarlo nel migliore dei modi!Leggi l'articolo

Insegnare a tuo figlio l’amore per la lettura? I 7 segreti.Leggi l'articolo

Come leggere al tuo bambino? Ecco 7 consigli!Leggi l'articolo

Come favorire il linguaggio nel bambino? Ecco qualche suggerimento!Leggi l'articolo

Bambini e Videogiochi…come comportarsi?Leggi l'articolo

Cosa fare se tuo figlio dice parolacce?Leggi l'articolo

Bambini e sport? Ecco le 5 Regole d’oro da seguire se tuo figlio fa sport.Leggi l'articolo

Come giocare col proprio figlio? 8 segreti per offrirgli il regalo più bello!Leggi l'articolo

I segreti di un buon inserimento al nido o alla scuola materna! Come aiutare il tuo bambino…Leggi l'articolo

Cosa fare quando i bimbi litigano o si picchiano?Leggi l'articolo

Sarà viziato o capriccioso? Quante regole dare ad un figlio e come darle!Leggi l'articolo

Fino a che età è giusto allattare?Leggi l'articolo

Pipì a letto? Cosa fare e come comportarsi!Leggi l'articolo

Come fare per togliere il pannolino?Leggi l'articolo

Incubi notturni?Leggi l'articolo

Come ascoltare efficacemente i propri figli.Leggi l'articolo

I Bambini e la TV?
Quanta e come.
Leggi l'articolo

Lettino o Lettone?Leggi l'articolo

Mangerà abbastanza?Leggi l'articolo

Svezzamento?
9 consigli per gestirlo al meglio.
e-book scaricabile

7 passi per imparare a gestire un bimbo che non dorme. e-book scaricabile

Balbuzie?
7 Consigli super-utili
per aiutare il tuo bambino.
e-book scaricabile

Problemi a tavola con il tuo bimbo?
Come comportarsi per gestire al meglio tuo figlio ed il rapporto con il cibo.
e-book scaricabile

*Nome:
*Cognome:
*Indirizzo e-mail:
*Commenta questo articolo: