Non c’è una risposta valida per tutti: se da parte della mamma c’è la voglia di continuare ad allattare e da parte del figlio c’è ancora la richiesta si può continuare tranquillamente…non c’è motivo per interrompere.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità e i pediatri consigliano di proseguire l’allattamento anche per tutto il secondo anno di vita e oltre: dopo il secondo anno la scelta è a discrezione della mamma e del bambino poiché non c’è un momento giusto per smettere.


Sono diversi i vantaggi di un allattamento prolungato.

Per la madre si riduce il rischio di cancro al seno, alla cervice uterina e alle ovaie quanto più è lungo il periodo dell’allattamento.

Mentre per il figlio, c’è un duplice vantaggio: di continuare a ricevere anticorpi e sostanze nutritive (anche dopo che ha compiuto un anno) attraverso il latte e di ridurre il rischio di sovrappeso.

Va infine sottolineato il vantaggio nello sviluppo emotivo del bambino.
Non è vero che l’allattamento prolungato rischia di danneggiare l’autonomia del bambino: sembra anzi che contribuisca a creare un legame affettivo solido con la madre che aumenta la sicurezza in se stessi e nelle relazioni aiutando il bimbo a crescere in modo più equilibrato.
I bimbi che hanno avuto a disposizione il seno materno per il tempo desiderato dimostrano una grande maturità affettiva.

Ci sono ancora molti luoghi comuni

come ad esempio “allattando a lungo si ritarda l’indipendenza”, “il latte dopo un anno non è più buono” che sono assolutamente prive di fondamento scientifico.
È bene quindi che le mamme non diano troppa importanza a chi critica!
Dopo il primo anno il latte conserva le sue capacità nutrizionali e addirittura aumentano le sue proprietà antibatteriche,
e dopo il secondo il latte diventa più calorico ed energetico.

Quando terminerà allora?

Non abbiate paura inoltre che l’allattamento non terminerà mai perché sarà proprio il bambino che ad un certo punto smetterà spontaneamente di chiedere il seno.
Ogni bambino abbandona questa consuetudine spontaneamente e di sua iniziativa mentre nella nostra cultura si ritiene erroneamente che spetti alla mamma il compito di interrompere l’allattamento perché sennò si corre il rischio di non terminarlo mai. Non è così!
È bene dare la possibilità al bambino di abbandonare il seno gradualmente e senza forzare…comincerà ad aumentare gli intervalli tra una poppata e l’altra fino a che non la chiederà più.

© Copyright 2012. Tutti i diritti riservati. 03/10/2012
Autore: Dott.ssa Sara Siniscalchi

TI È STATO UTILE QUESTO ARTICOLO?
E QUAL È LA TUA ESPERIENZA COL TUO BAMBINO?
Lascia qui sotto il tuo commento.




COMMENTI ALL'ARTICOLO:

L.S. SCRIVE:
Dopo l'allattamento esclusivo al seno durato sei mesi e mezzo e l' inserimento di pasti, alla fine dell' undicesimo mese avevo deciso di smettere di allattare. Stavo male e dopo 4 giorni l' ho riattaccato al seno. Ora ho paura di non produrre più latte.

B.R. SCRIVE:
Sono una mamma che allatta e sono molto orgogliosa di ciò anche se ci sono quelli che non sanno farsi gli affari loro…il mio bambino è pieno di salute e credo che sia anche merito mio. Secondo me sono bravissime le mamme che allattano.

C.M. SCRIVE:
Io ho allattato la primogenita fino a 15 mesi, perché sono rimasta incinta, altrimenti avrei continuato, visto che fino ad allora la bimba non ha conosciuto un farmaco. In effetti molti pensano che sia inutile, e soprattutto sono infastiditi nel vedere bimbi grandicelli attaccati al seno e infatti io non ho mai allattato in pubblico, o, se sono in presenza di altre persone, mi metto in disparte o mi copro con un lenzuolo...non è che perché allatto tutti debbano vedermi il seno! Con il secondo spero di allattare anche più a lungo. Anche se è impegnativo è una protezione troppo importante ed evita di dare il latte artificiale.

L.L. SCRIVE:
Concordo con P.G. Vedere un bambino grande, con i denti, sfornare un seno fa ribrezzo. Non credo sia un messaggio della società perché fin da bambina ho il ricordo di mia zia che allattava mia cugina di oltre due anni sul suo divano come qualcosa di sbagliato e fastidioso da vedere. Non ho più dimenticato l'immagine. Forse l'allattamento è qualcosa di molto, troppo intimo. È come il sesso: naturale ma non certo da fare in pubblico.

O.M. SCRIVE:
Io ho una bimba di 34 mesi. Allatto ancora tanto e tanto latte esce ancora...di notte e di giorno pur andando al nido di mattina. Al momento si è ammalata solo 1 volta per 1 mese circa. La cosa particolare che si è ammalata a 33 mesi!!! Devo dire che lavorare ed allattare non è facile, ma la soddisfazione è più grande della stanchezza!!!Ora comincio a chiedermi quando si staccherà? Boh, lo decideremo insieme, solo guardandoci negli occhi come ad ogni poppata.

C.C. SCRIVE:
Articolo interessantissimo. Sono mamma di una bimba di quasi 32 mesi che allatto ancora. Siamo riuscite insieme a togliere la poppata pomeridiana inserendo il ciuccio e un pupazzo per fare il riposino pomeridiano, il che funziona anche la sera ma non sempre... Sul ciuccio si apre la parentesi della gente che dice “ma è grande…che brutta col ciuccio”. Cosa che succede anche per quanto riguarda il seno... Ma farsi i fatti propri mai???? Non so ancora se sia giusto cercare di porre un fine definitivo, soprattutto perché sono dimagrita e non riesco a riprendere peso, e per un'ipermetropia che non riesco a recuperare per via dell'allattamento prolungato. Qualche.notte sono davvero stanca ma alla disperazione di mia figlia al mio rifiuto di darle il seno, cedo perché capisco che lei ha ancora bisogno di questo contatto. Magari lasciamo ancora un po' la poppata notturna, sperando arrivi presto il momento che sia lei a non volerla più!!! Allattare è la cosa più bella del mondo dopo quella di mettere al mondo un figlio!!!!

C.C. SCRIVE:
Sono mamma di Ginevra, 32 mesi. La allatto ancora serenamente e continuerò fino a che non sarà lei a decidere di non volere più il "mio latte"...è il nostro momento di coccole che adoro e il suo papà è felicissimo che io continui per la sua cucciola...di tutto ciò che può pensare la gente in giro quando mi vede che allatto sinceramente non mi importa...noi siamo felici così!!! TI AMO PRINCIPESSA MIA!

G.P. SCRIVE:
Salve sono una mamma a tempio pieno, sto allattando ancora e mio figlio ha 16 mesi. Lui non vuole mollare la tetta ed io sono felice di allattare. Stiamo bene ma mia madre mi ha detto che il latte che gli sto dando è acqua e che non è più sostanzioso come prima. Vi chiedo fino a quando posso darlo? Grazie mille.

LA DOTT.SSA RISPONDE:
Salve G.P.
Il latte non perde sostanza seppure ne cambia la composizione. Per questo non c'è un limite di tempo stabilito da rispettare. Le consiglio di leggere informazioni e rivolgere i suoi quesiti alle due ostetriche che gestiscono questa pagina.
https://www.facebook.com/Ostetriche-Maria-e-Sonia-464962083519006/
Anche qui può trovare delle info molto preziose sull'allattamento:
https://www.facebook.com/www.allattamentoibclc.it/?fref=ts
La saluto cordialmente sperando di esserle stata di aiuto.

S.A. SCRIVE:
A mia figlia che allatta ancora il suo bambino di 14 mesi una sentenza del tribunale le ha detto che non deve allattare più perché il papà deve tenere il bambino il sabato e la domenica 10 ore quindi mia figlia deve smettere di allattare e dare la possibilità al papà di tenersi il figlio. Ma si deve cautelare il minore o l’adulto?

S.D. SCRIVE:
Salve. Sono una mamma di una bimba di 20 mesi. Ho allattato mia figlia sino ad ora e avrei deciso di terminare soprattutto perché da un paio di mesi é diventato x lei una fissa...4/5 poppate al giorno e forse più. Ha scambiato il seno per un ciuccio...e x me è diventato un po' scocciante, soprattutto la notte....tra l'altro allatto solo da un seno. Cosa mi consigliate? A me dispiace x lei perché quando la allatto vedo la felicità nei suoi occhi...

F.F. SCRIVE:
Salve sono una mamma di un bellissimo bimbo Mattia di quasi 18 mesi. Tutti mi dicono di togliergli il seno perché troppo grande...a me piace anche se certe volte è faticoso e anche un pò doloroso..però mi dispiace troppo toglierglielo. Se lo facesse lui allora sarei più serena. Certo la gente troppo spesso si intromette.

E.M. SCRIVE:
Allatto il mio cucciolo da 18 mesi, la notte si sveglia ancora anche ogni ora, e mi cerca....a volte è straziante, ma solo il pensiero di togliere il seno e farlo piangere mi mette i brividi....sono circondata da persone che me ne dicono di ogni colore...a volte far finta di non sentire è difficile.....spero che sia vero che piano piano smetta lui di volere il seno perché io non ho la forza e la capacità per smettere di allattare.

S.S. SCRIVE:
Sono un papà. Mia figlia ha 3 anni e 4 mesi. Ancora è allattata al seno. Dico subito che io non condivido un allattamento così prolungato. Ho approvato e sostenuto mia moglie fino ai 2 anni, le dicevo di andare avanti anche se per altri era strano (anche se mia moglie questo non se lo ricorda più). Poi però ho iniziato a vedere mia moglie molto stanca, molto stressata per non riuscire a fare altro. Si inizia la mattina, la bimba si sveglia spesso alle 6,30-7,00 ma è stanca e non si vuole alzare…chiama la madre che magari deve ancora iniziare a fare colazione e si attacca. Primo stress: mia moglie inizia a sbuffare perché è in ritardo, quindi comincia a darmi contro perché non trovo il modo di distrarre Giulia dal seno (ma dopo tre anni in cui ogni mattina mi invento un gioco/storia diverso/a per distrarla le idee cominciano a mancare). Poi si inizia con "Dai CA..O Giulia sono in ritardo!, tuo padre con capisce un C...O, ma che ho fatto di male...andate via...”, etc. Alle 14,00 si va a prendere Giulia alla materna che stanca chiede la tetta fino ad addormentarsi, il che significa che la mamma non pranza prima delle 14,30. Giulia poi di solito a metà pisolino si sveglia per cui richiama la mamma per riaddormentarsi. Altra ora nel letto. La madre a questo punto è nervosa perché non ha fatto nulla di quello che voleva fare. Io lavoro da casa e se per caso dico una parola fuori posto è la fine...Lo stesso succede nel tardo pomeriggio, e la sera alle 9,00 con tutti i nervosismi e incazzature varie verso me ma anche verso la bimba. Questa è la routine quotidiana. Se poi la bimba si ammala...allora la tetta è cercata in modo incessante. Secondo me senza allattamento a richiesta, mia moglie sarebbe più riposata e serena e anche la bimba imparerebbe a uscire di più, a stare più con gli altri etc. Voi tirerete fuori il falso mito del papà geloso del loro rapporto ma non è così...io con Sara, avendo la fortuna di lavorare da casa, gioco moltissimo. Sono un ex animatore e i bimbi li adoro. Ci sono cose che lei vuole fare solo con me. Sento un legame molto stretto con lei. La aiuto anche nelle attività domestiche: cucino sempre, sistemo la cucina, mi stiro le mie cose, rimetto a posto i giochi, sistemo, faccio spesa, faccio il bagno con la bimba. Siamo una famiglia e ognuno deve dare il proprio contributo. Però...c’è sempre questo stress e continuo lamentarsi della mamma che è stanca. A Maggio ha fatto una notte al pronto soccorso per forte gastrite nervosa. Da allora (5 mesi) mangia solo pasta in bianco, zucchine e carote lesse, thè e fette biscottate, petto di pollo lesso...Il medico ha detto che è lo stress. Immaginatevi voi a star male per 5 mesi ed a mangiare 6 cibi in croce. Tutto viene da lì...dall'essere incatenata al letto, in ostaggio. La pediatra mi ha anche detto che le medicine che la mamma prende tutti i giorni, con l'allattamento arrivano a Giulia, che già è più piccola della media ed ha problemi di allergie. Ora vorrebbe un altro figlio, li allatterebbe insieme. Anche io lo vorrei...con tutto il cuore visto quanto bene è venuta la prima, ma ho chiesto di aspettare che Giulia si stacchi...è stato visto come un ricatto. Invece io vedo la sua stanchezza aumentare, i nostri litigi crescere...la salute venir meno.. scusate lo sfogo...ma a me l'allattamento a richiesta sembra una trappola e non so come uscirne perchè non dipende da me e se tocco l'argomento sono fulmini e saette... Salve Sandro. Da quello che descrive immagino sia una situazione stancante e stressante anche per lei, e sento la sua preoccupazione in merito a questa situazione. Io credo che l’allattamento a richiesta vada proseguito se la mamma ne sente il desiderio ma anche e soprattutto, e questo è fondamentale, se si sente calma, tranquilla e serena nel farlo. La situazione che mi descrive lei è distante da tutto ciò. Se l’allattamento diviene fonte di stress, rabbia, nervosismo e quant’altro lei mi descrive, andrebbe almeno presa in considerazione la possibilità di interrompere. L’allattamento a richiesta deve essere proseguito se vissuto come un piacere da entrambi i membri della coppia. A presto Sandro.

I.C. SCRIVE:
Bellissimo articolo ed anche confortante dato che io sono arrivata a quota 33 mesi stanca si, ma orgogliosa e soddisfatta nonostante le innumerevoli critiche...

L.V. SCRIVE:
Mio figlio ha 19 mesi e ancora lo allatto, sia x addormentarsi che x colazione e anche di notte. Mio figlio è idrocefalo e ha già subito 2 interventi alla testa. Per mia fortuna ho continuato ad allattare perché x lui è stato terapeutico! Smetterò quando deciderà lui, alla faccia della mia pediatra che ha insistito x dare il latte di proseguimento, che mio figlio ha sempre rifiutato. Grazie per questo articolo, mi ha dato la conferma che sto facendo la cosa giusta.

M.R. SCRIVE:
Mia figlia ha tre anni e mezzo e la sto ancora allattando, con grande gratificazione di entrambe. Verso i tre anni facevo scalpore, ora no ci faccio più caso. Siamo anche più riservate ora che è più grande. Finché sono piccoli allattamento "dovunque" e visto come un miracolo. Più avanti no. In genere quando mi chiedono come mai, rispondo "mi piace" e lascia senza ulteriori commenti tutti. Certo, mi stanco più facilmente, e mi auguro che mia figlia un giorno decida di smettere da sola anche perché qualsiasi accenno di smettere sotto la pressione altrui finiva con maggior attaccamento. Tenete duro, mamme, non fatevi intimidire da nessuno!

T.B. SCRIVE:
Sono stata una "fissata" per l'allattamento, tanto che l'ho anche congelato. Mio figlio a 8 mesi ha deciso che non voleva più il latte dal mio seno e devo confidarvi che ci sono rimasta male... Grazie alla scorte nel congelatore, ho comprato il latte artificiale credo solo tre volte!

LA DOTT.SSA RISPONDE:
Salve T.B. mi spiace che tu ci sia rimasta male...comunque ottima l'idea di congelare il tuo latte.
A presto! :-)

T.R. SCRIVE:
ditelo a mio marito che non vuole farmi allattare più...mia figlia ha compiuto due anni a ottobre.. forse marito geloso del legame instaurato!!!!!!

LA DOTT.SSA RISPONDE:
Salve T.R. è possibile che tuo marito si senta escluso. Può capitare che i papà si sentano messi in disparte e soffrano di gelosia!
A presto! :-)

P.M. SCRIVE:
Grazie per questa bella riflessione.

G.A. SCRIVE:
Bellissimo articolo, sono una collega nonchè mamma che allatta "ancora"!

LA DOTT.SSA RISPONDE:
Allora buon proseguimento G.A!!!
A presto! :-)

G.A. SCRIVE:
Grazie, siamo a quota 26!

R.S. SCRIVE:
Per me non esiste un termine, ma purtroppo sono poche le mamme che ragionano così' ,io con il primo figlio siamo arrivati a 32 mesi di allattamento mentre ora con la piccolina che ha appena compiuto 20 mesi sto ancora allattando ,ma devo dire che non è facile specialmente per colpa del lavoro .....mi assillano a decidere una data di termine, e io mi rifiuto di dargliela.

LA DOTT.SSA RISPONDE:
Infatti R. S. ...nessuno lo dice ma l'allattamento è anche un grande impegno...e ci vuole pazienza e dedizione per portarlo avanti...soprattutto quando di mezzo c'è anche il lavoro!
A presto! :-)

P.G. SCRIVE:
Leggendo l'articolo penso che forse sarà sbagliato il mio pensiero ma io non riesco proprio ad "accettare" l'allattamento prolungato... negli anni passati vedevo mia cognata allattare il figlio di circa 18 mesi e mi ha dato fastidio al punto da non vederne più il lato bello e naturale della cosa...vedere un bambino grande con i denti che sta attaccato alla tetta non è il massimo per me...

M.A. SCRIVE:
Sono una madre di una bimba Daniela di 22 mesi e sto allattando ancora. Sono contenta di condividere questa bella esperienza con altre mamme ma credetemi è difficile quando ti trovi persone che si "permettono" di intromettersi tra me e mia figlia dicendole che non è giusto che lei cerchi ancora il seno... fino a qualche tempo fa mi ero quasi lasciata condizionare e stavo per toglierlo, ma adesso penso: fatevi i FATTI VOSTRI. MI PIACE ALLATTARE ANCHE SE SONO STANCA E LA NOTTE NON DORMO. MA ADORO MIA FIGLIA che mi da la forza la mattina di alzarmi e affrontare la giornata con tanta energia. PS. GRAZIE A LEI SONO DIMAGRITA E SONO IN PERFETTA FORMA FISICA. TI ADORO PICCOLA MIA...SIAMO UNA SQUADRA...

Figli timidi e solitari: come comportarsi? Cinque consigli se hai un bambino timido o solitario.Leggi l'articolo

Nove consigli per una crescita più equilibrata e serena dei propri figli.Leggi l'articolo

Come gestire gelosia e reazioni del primogenito quando nasce un fratellino?Leggi l'articolo

Come affrontare l'arrivo di un fratellino? Qualche consiglio.Leggi l'articolo

Tuo figlio odia il seggiolino? Qualche consiglio pratico per viaggiare bene!Leggi l'articolo

Allattamento A Richiesta? Al seno o artificiale? Risvolti psicologici e qualche consiglio!Leggi l'articolo

Come comportarsi nella Fase dei perché? Ecco 5 consigli.Leggi l'articolo

Come comportarsi nel Periodo dei No? 5 passi per affrontarlo nel migliore dei modi!Leggi l'articolo

Insegnare a tuo figlio l’amore per la lettura? I 7 segreti.Leggi l'articolo

Come leggere al tuo bambino? Ecco 7 consigli!Leggi l'articolo

Come favorire il linguaggio nel bambino? Ecco qualche suggerimento!Leggi l'articolo

Bambini e Videogiochi…come comportarsi?Leggi l'articolo

Cosa fare se tuo figlio dice parolacce?Leggi l'articolo

Bambini e sport? Ecco le 5 Regole d’oro da seguire se tuo figlio fa sport.Leggi l'articolo

Come giocare col proprio figlio? 8 segreti per offrirgli il regalo più bello!Leggi l'articolo

I segreti di un buon inserimento al nido o alla scuola materna! Come aiutare il tuo bambino…Leggi l'articolo

Cosa fare quando i bimbi litigano o si picchiano?Leggi l'articolo

Sarà viziato o capriccioso? Quante regole dare ad un figlio e come darle!Leggi l'articolo

Fino a che età è giusto allattare?Leggi l'articolo

Pipì a letto? Cosa fare e come comportarsi!Leggi l'articolo

Come fare per togliere il pannolino?Leggi l'articolo

Incubi notturni?Leggi l'articolo

Come ascoltare efficacemente i propri figli.Leggi l'articolo

I Bambini e la TV?
Quanta e come.
Leggi l'articolo

Lettino o Lettone?Leggi l'articolo

Mangerà abbastanza?Leggi l'articolo

Svezzamento?
9 consigli per gestirlo al meglio.
e-book scaricabile

7 passi per imparare a gestire un bimbo che non dorme. e-book scaricabile

Balbuzie?
7 Consigli super-utili
per aiutare il tuo bambino.
e-book scaricabile

Problemi a tavola con il tuo bimbo?
Come comportarsi per gestire al meglio tuo figlio ed il rapporto con il cibo.
e-book scaricabile

*Nome:
*Cognome:
*Indirizzo e-mail:
*Commenta questo articolo: